Virginio Bianchi - Catalogo Generale

Il sito ufficiale del pittore Virginio Bianchi è l’opera più vasta e ricca di informazioni che ho avuto modo di curare personalmente.
 
Virginio Bianchi, artista scomparso nel 1970 e riconosciuto tra i più illustri maestri del novecento toscano, ha lasciato un’incredibile produzione di dipinti (paesaggi, ritratti e nature morte) distribuita tra numerosi appassionati e collezionisti.
 
La costruzione del sito si è sviluppata essenzialmente in tre fasi principali:
 
1 - Una ricerca delle opere pittoriche, di cui mancava testimonianza fotografica, effettuata tra gli innumerevoli estimatori di Virginio Bianchi. Detta ricerca si è tradotta in una serie di servizi fotografici alle opere rintracciate e nella raccolta delle immagini fotografiche già in possesso dei collezionisti.
 
2 - Un lungo e complesso lavoro di fotoritocco sulle oltre 600 immagini contenute, molte delle quali ricavate da fotografie vecchissime, negativi deteriorati e ritagli di giornale invecchiati dal tempo.
 
3 - La costruzione del sito vero e proprio, che, grazie alle tecnologie dinamiche che adotto, è stata di gran lunga l’operazione più semplice e veloce.

Nella sua prima versione - dell'ormai "lontano" 1999 - Il sito si presentava con tre diversi stili grafici, richiamati casualmente ad ogni nuova visita, che accompagnavano il navigatore nella lettura dei contenuti.
A quel tempo venne scelto di creare textures che richiamassero la tela (la pittura su tela era infatti il tema predominante del sito) ed il quadro. La differenza tra la texture delle pagine e quella dei menù richiamava infatti il contrasto tra la tela del dipinto ed il relativo passe-partout. In più, a separare, era stata inserita una rifinitura in oro/bronzo, a seconda degli stili che si presentavano casualmente.
I colori scelti erano quelli più cari al pittore (erano stati dedotti dal sottoscritto durante il recupero e il fotoritocco delle otre 600 immagini contenute).
La firma del pittore, scansionata direttamente da una piccola tela, era stata utilizzata come logo, rappresentato grande in copertina e riprodotto in forma ridotta in ogni singola pagina.
La scelta di creare uno stile grafico minimalista fu motivata dalla necessità di non sovrastare con toni, effetti e colori i (bellissimi) quadri rappresentati, di modo che questi risultassero, nel loro splendore, i veri protagonisti del sito.
 
La regia del sito, ovvero la creazione dei menù, dei testi e delle impaginazioni è stata curata interamente dall’unica figlia di Virginio Bianchi (la scrittrice Bianchi Alberta Rossana, scomparsa nel 2013), che ha potuto, grazie all’apposito pannello di controllo, creare tutto ciò che è visibile nel sito, collegando i testi da lei redatti alle immagini fotografiche da me predisposte.
Far curare personalmente alla figlia il sito Web del padre scomparso è stato, oltre che una gran risparmio di tempo, l’unico modo per trasferire su Internet vita, speranze e successi del pittore scomparso, realizzando un documento ineguagliabile e fedele il più possibile al sito che (forse) avrebbe potuto costruirsi da solo, se ancora in vita.

Nel novembre del 2022 si è concluso il restyling grafico e tecnologico del sito, contestualmente alla pubblicazione di un libro sull'artista realizzato, per altro, con i testi originali predisposti nel sito dalla figlia. Il restyling ha rappresentato inoltre l'occasione per integrare nuove opere pittoriche nel catalogo.
Nel pieno rispetto dei contenuti del sito, tutte le pagine Web sono state tradotte in HTML5 + CSS3 e tutti i layout sono stati organizzati per una corretta visione su dispositivi mobili.
In linea con lo stile del momento, l'ambiente grafico è stato semplificato e reso ancora di più minimalista, privilegiando la visione delle opere a tutto schermo e l'esperienza utente per la consultazione del catalogo.
 
Cerchi un Artista+Grafico+Web Designer+Programmatore per la tua azienda? Leggi qui e contattami.
 
p.iva 01819990464 - Cookie & Privacy Policy
© Copyright 1997-2023
Torna ad inizio pagina