E se in futuro volessi cambiare la tecnologia del mio sito Web?

Premessa: cambiare la tecnologia alla base del proprio sito Web non è mai una passeggiata.
Chi, in fase di progetto, non è stato sufficientemente lungimirante da prevedere quello che il Web poteva avere in serbo per lui, deve mettere in conto che - nella maggioranza dei casi - cambiare la tecnologia vuol dire rifare il proprio sito da capo.
In un restyling tecnologico, l'unico vantaggio consiste nel possedere già dei contenuti che non devono in genere essere riscritti, ma solo trasportati sulla nuova tecnologia. Tutto il resto sono dolori.
In particolare, un cambio della tecnologia comporta spesso una modifica radicale della struttura del sito (nomi e posizioni delle cartelle, nomi dei file, estensioni dei file in base alla tecnologia scelta, ecc.) che - se non opportunamente gestita - può seriamente penalizzare il posizionamento sui Motori di Ricerca, magari conquistato a fatica con anni di presenza sul Web.
 
 
 
sito statico
 
da sito statico a sito dinamico: è il caso di chi possiede da tempo un sito statico, magari graficamente ben fatto ed ottimamente posizionato sui Motori,  che - per un motivo o per un altro - necessita di una qualche funzione personalizzata che solo la tecnologia dinamica può offrire.
Mi riferisco a "piccoli" interventi facilmente risolvibili con l'aggiunta di qualche pagina specifica o l'integrazione di codice dinamico nelle pagine esistenti, lasciando inalterata il più possibile la struttura originale del sito.
Quando invece l'entità degli interventi necessari supera una certo impegno, può risultare molto più conveniente un passaggio diretto da sito statico a CMS (Proprietario o Open Source).
 
da sito statico a CMS Proprietario: un salto di qualità reso necessario dalle troppe integrazioni necessarie per rendere dinamico il proprio sito statico.
Chi sceglie di adottare un CMS Proprietario necessita in genere di funzioni non offerte dai CMS Open Source o personalizzazioni molto complesse (oppure sconvenienti) da ottenere dai prodotti Open.
Per siti statici di poche pagine, il passaggio dei contenuti sul CMS Proprietario può essere gestito manualmente.
Per siti di grandi dimensioni, potrebbe invece essere necessario l'utilizzo di un apposito software di migrazione, anche appositamente creato per lo scopo.
L'azienda che sviluppa il CMS Proprietario personalizzato non ha in genere problemi a creare qualsiasi applicativo che interagisca con esso.
 
da sito statico a CMS Open: è il caso più frequente e sicuramente quello risolvibile con il minor impegno e la minore spesa.
Anche qui, per siti statici di piccole dimensioni, il caricamento manuale dei contenuti può essere compiuto facilmente ed in breve tempo.
Per siti statici di moltissime pagine, alcuni CMS Open Source dispongono di Plug-In per effettuare l'importazione dei contenuti in automatico.
 
 
 

sito dinamico

da sito dinamico a sito statico: questo passaggio consiste, praticamente, nell'eliminazione delle funzioni dinamiche nativamente previste nel progetto iniziale e venute - per qualche ragione - a non essere più necessarie.
In questo caso non ha molto senso effettuare un downgrade tecnologico, visto che tutto quello che offre un sito statico fatto a mano e su misura lo si può ottenere da un sito dinamico (NB: non sto parlando di un CMS, ma di un sito altamente personalizzato appositamente creato con linguaggi di programmazione).
Conviene senz'altro eliminare il codice dinamico non più attuale e magari approfittare dell'occasione per effettuare un restyling grafico, lasciando inalterata la struttura del sito.
 
da sito dinamico a CMS Proprietario: il passaggio da sito dinamico a CMS Proprietario può essere motivato dalla prospettiva di crescita del sito e dalla conseguente necessità di dotarlo di strumenti per la gestione autonoma della pagine.
In particolare, l'adozione di un CMS Proprietario (programmato su misura) garantirebbe la piena integrazione delle funzioni dinamiche già preesistenti nel sito dinamico originale e ne rappresenterebbe l'evoluzione più naturale.
 
da sito dinamico a CMS Open: passare da un sito dinamico ad un CMS Open Source è possibile e assolutamente conveniente se le funzioni dinamiche per cui il sito originale era stato progettato sono presenti e garantite anche nel software Open.

 
 
 
CMS Proprietario
 
da CMS Proprietario a sito statico: un downgrade tecnologico che in genere effettuano coloro che sono partiti "in grande", per poi scontrarsi con la dura realtà del Web ed accorgersi che la presenza sulla Rete con qualche pagina statica era più che sufficiente.
In genere si ricorre a questi downgrade quando i propri contenuti non cambiano ormai da anni e non aveva quindi alcun senso dotarsi di un CMS creato su misura.
Passare ad un sito statico può essere l'occasione per valorizzare al meglio questi contenuti ormai consolidati; e vestirli con il miglior Web design del momento.
Con questi presupposti creativi, il trasferimento dei contenuti viene ovviamente effettuato a mano.
 
da CMS Proprietario a sito dinamico: se intendiamo il sito dinamico come un sito statico ottenuto con linguaggi di programmazione (fatto a mano e su misura), i motivi per cui si effettua un downgrade del genere potrebbero essere gli stessi analizzati sopra.
Ma visto che abbiamo sempre considerato nelle nostre analisi un CMS Proprietario personalizzato come un sito dinamico fatto su misura, che ha in più la possibilità di gestire in proprio i contenuti, questa trasformazione di fatto non esiste...
 
 
da CMS Proprietario a CMS Open: caso molto frequente, si verifica quando tutte le funzioni per cui era stato progettato il CMS Proprietario vengono egregiamente svolte da un CMS Open Source e l'adozione di uno di questi strumenti Open risulta più conveniente, rispetto a mantenere o aggiornare il CMS Proprietario.
Se il sito da trasferire è di piccole dimensioni, il caricamento manuale sulla nuova piattaforma dei singoli contenuti è sempre possibile (e conveniente) farlo a mano.
Ma se, come accade spesso, il CMS Proprietario organizzava un sito di tantissime pagine, potrebbe essere necessaria la creazione di un apposito modulo di importazione, appositamente programmato per estrapolare i dati da un backup del vecchio CMS e riversarli in automatico nel nuovo CMS Open Source. Questa operazione potrebbe anche essere molto complessa e necessitare di professionalità difficili da reperire.
 
 

 
 
CMS Open
 
da CMS Open a sito statico: valgono più o meno le stesse considerazioni già espresse per il downgrade da CMS Proprietario a sito statico.
 
da CMS Open a sito dinamico: anche in questo caso, se intendiamo il sito dinamico come un sito statico ottenuto con linguaggi di programmazione (fatto a mano e su misura), i motivi per cui si effettua un downgrade del genere potrebbero essere gli stessi già visti per il passaggio da CMS Proprietario a sito statico.
Negli altri casi, anzichè passare ad un sito dinamico, è più naturale adottare direttamente un CMS Proprietario realizzato su misura.
 
da CMS Open a CMS Proprietario: moltissime aziende hanno fatto capolino sul Web utilizzando CMS Open Source, soprattutto grazie ai costi contenuti e al fatto che quasi tutte le Web Agency propongono esclusivamente questi strumenti. Può capitare che un'azienda, a distanza di tempo, si accorga che le proprie necessità non posso essere completamente risolte da questi sistemi. Quando l'entità delle modifiche e delle personalizzazioni richieste ad un CMS Open Source superano una certa percentuale, risulta spesso conveniente - e in alcuni casi necessaria - l'adozione di un CMS Proprietario realizzato su misura o estremamente personalizzato.
In questo caso, qualora il sito creato con il CMS Open Source possieda un numero elevato di pagine, è necessario che, tra i vari strumenti personalizzati che vengono programmati nel CMS Proprietario, sia compreso anche un tool che permetta la migrazione in automatico dei contenuti dal vecchio al nuovo sistema.
 
 
 
sito
statico
sito
dinamico
CMS
Proprietario
CMS
Open
8 7 6 10
 voto alto = cambio tecnologia più semplice
voto basso = restyling tecnologico più complesso
 
 
Legenda:
  • sito statico: un sito creato su misura, pagina per pagina, in puro linguaggio HTML.
     
  • sito dinamico: un software personalizzato, creato su misura con linguaggi di programmazione, atto a produrre pagine Web non modificabili autonomamente dal proprietario del sito.
     
  • CMS Proprietario: un CMS personalizzato, creato su misura con linguaggi di programmazione, atto a produrre pagine Web che possono essere modificate in piena autonomia dal proprietario del sito.
     
  • CMS Open: un CMS Open Source scaricato dalla Rete, in genere gratuito, atto a produrre pagine Web che possono essere modificate in piena autonomia dal proprietario del sito.
Cerchi un Artista+Grafico+Web Designer+Programmatore per la tua azienda? Leggi qui e contattami.
 
p.iva 01819990464 - Cookie & Privacy Policy
© Copyright 1997-2018
Torna ad inizio pagina